Convegni & seminari

Corso di formazione i livello sulla sessualità e affettività della persona con disabiltà mentale

Locandina del corsoLa Sezione di Lecce dell'Associazione Italiana Persone Down Onlus ha organizzato un corso di formazione di I livello sulla SESSUALITÀ E AFFETTIVITÀ DELLA PERSONA CON DISABILTÀ MENTALE.

Il corso, a numero chiuso, è rivolto alle figure professionali (Psicologi, Educatori Professionali, Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva ) dell'ASL LECCE e della propria struttura.

La ASL LECCE, sensibile ai bisogni emergenti delle persone con disabilità intellettiva, ha ritenuto opportuno qualificare il proprio personale, che opera nelle varie strutture, per affrontare questo aspetto così delicato.

L'integrazione scolastica e sociale facilita la presenza di persone con diverse disabilità in ambienti vari quali scuole, luoghi pubblici, palestre, ecc.

Questa presenza fa nascere nuovi bisogni, tra cui quelli legati alla sfera affettiva-sessuale. È questo un aspetto che, spesso, crea notevoli situazioni di disagio all'interno dei vari contesti non essendoci sempre una adeguata competenza ad affrontare determinati comportamenti.

Obiettivi del corso, quindi, sono quelli di:

  • fare acquisire conoscenze teoriche e aggiornamenti riguardo al diritto alla sessualità delle persone con disabilità intellettiva;
  • fare acquisire abilità manuali, tecniche o pratiche in tema di educazione interdisciplinare alla sessualità affettiva:
  • fare migliorare le capacità relazionali e di comunicazione sul tema della sessualità sia per le persone disabili sia per gli operatori.

Il corso sarà tenuto dal Prof. Fabio Veglia, Psicologo Psicoterapeuta, insegna Psicologia e Psicopatologia del comportamento sessuale presso la Facoltà di Psicologia dell'Universita di Torino, e dalla dott.ssa Anna Contardi, Coordinatrice Nazionale delle Attività Istituzionali dell'Associazione Italiana Persone Down.

La durata del corso è di ore 20 ed è in fase di accreditamento ECM

Programma

26 ottobre 2009

Orario

Attività

08:30 - 09:30

Registrazione partecipanti

09:30 - 10:45

Introduzione alla formazione a cura dell'Ass.ne Italiana Persone Down:

  • presentazione corso (ASL)
  • questionario d'ingresso
  • esigenze espresse
  • problemi emergenti

11.00 - 13.00

Una sessualità sostenibile per le persone diversamente abili

Prof. Fabio Veglia

14:30 – 18:30

  • Sviluppo ed educazione sessuale;
  • La gestione dei comportamenti sessuali problematici.

Prof. Fabio Veglia


27 ottobre 2009 - Prof. Fabio Veglia

Orario

Attività

9:30 – 10:30

esercitazione in piccoli gruppi sul comportamento sessuale problematico

10:30 - 11:30

L'educazione sessuale nelle diverse fasi dello sviluppo: linee-guida per la costruzione del progetto educativo

11:45 – 13:00

Lo sviluppo psicosessuale nelle persone diversamente abili

14:30 – 17:00

  • Educare la sessualità delle persone con disabilità cognitive
  • Istituzioni e famiglia: un progetto cooperativo per la sessualità delle persone disabili.


28 ottobre 2009 - Dott.ssa Anna Contardi

Orario

Attività

09:00 – 13:00

  • Introduzione educazione alla sessualità
  • A proposito di sentimenti
  • Rispondiamo alle domande dei ragazzi

Gli interventi educativi

Educazione incidentale

  • Introduzione
  • Ragazzi e operatori

14:30 – 18:30

Educazione strutturata

  • Introduzione con esemplificazioni
  • Lavori di gruppo su:
    1. amore e amicizia
    2. le differenze tra maschi e femmine
    3. i rapporti tra ragazzi e ragazze

18:30 – 20:00

Verifica degli apprendimenti

Giovedì 8 ottobre 2009 - Convegno “Disabilità intellettiva e mondo del lavoro”

L'11 ottobre si celebrerà in tutta Italia la Giornata Nazionale della persona con sindrome di Down che avrà come tema quello del lavoro.

Tra le varie iniziative, codesta Associazione ha organizzato questo convegno che si propone di sollecitare una maggiore attenzione all'inserimento lavorativo della persona con disabilità intellettiva.

Il Convegno, con il patrocinio della Provincia di Lecce e del Comune di Nardò si terrà presso la sala convegni del Chiostro dei Carmelitani in Nardò, C.so Vittorio Emanuele II, con inizio alle ore 16:00.

Locandina e programma del convegno.

Mozione 3° convegno nazionale

COMUNICATO STAMPA

“Interroghiamoci sui 30 anni di integrazione scolastica”

Con questo titolo si è svolto a Lecce presso l'ITAS “G. Deledda” il 3° Convegno Nazionale organizzato dalla Sezione “Associazione Italiana Persone Down” di Nardò con il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, della Provincia di Lecce e del Centro Servizi Volontariato Salento. Nel corso del Convegno è stato anche fornito un servizio di stenotipia per garantire alle persone sorde una completa partecipazione ai lavori. Al Convegno hanno partecipato circa 150 persone tra Dirigenti Scolastici, Insegnanti, Operatori socio-sanitari, studenti universitari, rappresentanti di varie associazioni e, dopo i vari interventi e il conseguente dibattito, sono emerse le seguenti richieste e proposte:

  1. attuare la recente intesa Stato–Regioni, illustrata a Bari il 1° e il 2 Aprile u.s. dal Ministero della Pubblica Istruzione, dall'Ufficio Scolastico regionale e dagli Assessorati Regionali competenti, con l'immediata stipula di un accordo di programma regionale seguito da accordi provinciali, comunali e di piani di zona mirati alla presa in carico dei progetti di integrazione scolastica, lavorativa e sociale degli alunni con disabilità;
  2. alla luce dei principi contenuti nei documenti sopra citati si chiede che venga garantita la qualità della integrazione scolastica attraverso:
    • la continuità didattica per gli insegnanti di sostegno;
    • una migliore preparazione degli insegnanti che svolgono sostegno privi del titolo di specializzazione;
    • una formazione iniziale ed in servizio obbligatoria per tutti gli insegnanti curriculari sulla didattica e la pedagogia speciale;
    • un maggior coordinamento delle scarse risorse disponibili in modo da evitare dispersione, sovrapposizione e sprechi.
  3. un chiarimento definitivo da parte della regione su chi debba garantire il trasporto a scuola, la nomina di assistenti per l'autonomia e la comunicazione ed il supporto organizzativo all'integrazione scolastica nelle scuole superiori; compiti, questi, attualmente palleggiati tra province e comuni;
  4. la necessità di una conferenza dei servizi di tutti i dirigenti scolastici promossa dall'Ufficio Scolastico Provinciale perché diano un nuovo impulso culturale ed organizzativo - anche sulla base degli accordi dei piani di zona - alle problematiche dell'integrazione scolastica, della formazione professionale, lavorativa e sociale, che in questi ultimi anni, anche in Puglia, ha segnato un rallentamento che deve essere rapidamente recuperato tramite la spinta delle Associazioni delle persone con disabilità e dei loro familiari.


NARDÒ, 21/04/2008

F.to
M. Teresa Calignano
Presidente A.I.P.D. Sez. di Nardò (Lecce)

3° Convegno Nazionale

Programma del 3° Convegno Nazionale

Seminario sull'“Affettività e sessualità della persona con disabilità intellettiva”

La Sezione di Nardò dell'A.I.P.D. Onlus e il Centro Servizi Volontariato Salento hanno organizzato questo seminario di formazione che si terrà a Nardò (LE) il 23 marzo 2006 presso la Scuola Primaria “Lombardo-Radice” in Via Pila Nuova, 88.

Iscrizioni

Per l'iscrizione è necessario compilare la scheda allegata e inviarla ai seguenti recapiti:

CSV SALENTO Via L. Sturzo n. 36 - 73100 Lecce - Tel. 0832.39.26.40 - Fax 0832.39.12.32

Delegazione Lecce Tel. 0832.34.04.73 - e-mail: lecce@csvsalento.it

Delegazione Casarano Tel. 0833.51.22.47 - e-mail: casarano@csvsalento.it

Finalità del seminario

L'integrazione scolastica ha consentito l'ingresso dei ragazzi con varie disabilità anche nelle scuole superiori. Questa presenza fa nascere bisogni diversi, tra cui quelli legati alla sfera affettiva-sessuale. È questo un aspetto che, spesso, crea notevoli situazioni di disagio all'interno dei vari contesti non essendoci sempre una adeguata competenza a gestire certi comportamenti da parte dei docenti e/o di altri educatori.

Nel passato la sessualità della persona disabile è passata inosservata o, per meglio dire, non è stato reso noto il problema, perché non esisteva l'integrazione sociale, ma esisteva una massiccia istituzionalizzazione quale risposta sociale ai diversi problemi di handicap e il problema rimaneva all'interno dell'istituzione. Nel modello attuale di integrazione il problema diventa sociale, perché le persone disabili vivono tra di noi, le vediamo, abbiamo dei rapporti con loro. La persona disabile, a sua volta, deve quotidianamente confrontarsi con i suoi problemi esistenziali, tra cui quello relativo allo sviluppo ed alla espressione della sua sessualità.

Questa problematica coinvolge sia i genitori che gli insegnanti, oltre che i ragazzi stessi. Infatti mentre i ragazzi disabili vogliono vivere la loro vita sessuale con aspettative e impulsi “normali”, i genitori e gli educatori provano disagio ed hanno dei veri e propri blocchi nell'affrontare l'argomento.

L'obiettivo di questo seminario è quello di dare informazioni, fornire strumenti metodologici e tecniche comportamentali utili ad affrontare tale problematica e migliorare la qualità della vita di tali persone.

Relatori:

  • Prof.ssa Maura Gelati, Professore ordinario Pedagogia e Didattica speciale, Università “La Bicocca”, Milano
  • Prof. Fabio Veglia, Psicologo Psicoterapeuta, insegna Psicologia e Psicopatologia del comportamento sessuale presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Torino
  • Dott.ssa Maria Teresa Calignano, Pedagogista, Presidente A.I.P.D. Lecce

Programma

23 marzo 2006

Orario

Attività

ore 9:00

Registrazione partecipanti

Interventi:

  • Angelo Losavio, Dirigente Scuola Primaria 2° Circolo Nardò
  • Vincenzo Liaci, Presidente del CSV Salento
  • M. Teresa Calignano, Presidente dell'A.I.P.D.
  • Salvatore Capone, Ass.re alle Politiche Sociali della Provincia di Lecce
  • Gianluigi Trianni, Direttore Generale ASLE LE/1
  • Carlo Falangone, Ass.re alle Politiche Sociali del Comune di Nardò

Relatori

Introduzione ai lavori e presentazione del film “A Proposito di sentimenti” dott.ssa M. Teresa Calignano

ore 11:30

Coffee break

“La sessualità nella disabilità intellettiva” Prof. Fabio Veglia

ore 13:00

Pausa pranzo

ore 15:00

Ripresa lavori

ore 17:30

Conclusioni prof.ssa Maura Gelati

ore 18:00

Chiusura lavori e consegna attestati


Scheda di iscrizione

Genova, porta d'Europa per la cultura della disabilità

Si terrà a Genova dal 1 al 4 dicembre il Convegno Internazionale dal titolo "Genova, porta d'Europa per la cultura della disabilità" e verranno trattati temi relativi alla Sindrome di Down.

Per gli approfondimenti: http://sigu.univr.it/sigu/html/locandine/2004_Genova_01dic.pdf.

Convegno a Roma

Il 10-11 dicembre 2004 si terrà a Roma un convegno sul tema della residenzialità delle persone con disabilità intellettive: "Il loro futuro ha una casa".

Per gli approfondimenti: http://www.casaloro.it/news.htm.

Seminario I.C.F.

Locandina Seminario ICF La Sezione di Nardò dell'A.I.P.D. ha organizzato un seminario di studio sull'I.C.F. (Classificazione Internazionale sul Funzionamento, Disabilità e Salute) che si terrà a Lecce il 29 ottobre 2004.

Iscrizioni

Per l'iscrizione è necessario compilare la scheda allegata e inviarla unitamente alla fotocopia del versamento a:

A.I.P.D. - Sez. di LECCE - Via Montessori
73048 NARDÒ
Per fax: 0833-567830
e-mail: mteresa.calignano@libero.it

Quota di iscrizione: € 25,00

Nella quota di iscrizione è compreso il rilascio dell'attestato.

Modalità di pagamento

  • Bonifico bancario: Banca Carime Nardò c/c n. 60574, cod. banca 03067, cab 79820
  • versamento sul ccp n. 39784962

entrambi intestati a AIPD Sez. di Nardò - Via Montessori - 73048 NARDÒ

Esoneri dal servizio

Il MIUR, con nota Prot. n. 1805 del 23/08/2004, Direzione Generale del Personale della Scuola, Uff. IV, ha concesso l'esonero dal servizio per gli insegnanti interessati a partecipare al Seminario

Finalità del seminario

Il seminario vuole aprire un dibattito finalizzato ad una conoscenza più approfondita del nuovo strumento per la classificazione della salute e della disabilità: l'ICF (International Classification of Functioning Disability and Health), approvata dall'Assemblea dell'OMS e pubblicata il 15 novembre 2001.

L'ICF è stata sperimentata dal 1994 al 2001 in 65 Paesi ed è stata riconosciuta da 191 Paesi come il nuovo riferimento internazionale per descrivere e misurare la salute e l'handicap.

Tale classificazione internazionale vuol fornire un linguaggio standard e unificato che serva da modello di riferimento per la descrizione della salute e degli stati ad essa correlati.

L'ICF intende, inoltre, cogliere le implicazioni e le ricadute del nuovo sistema di valutazione in campo sanitario, scolastico e sociale

Il seminario è rivolto ai Docenti di Sostegno e Curricolari della scuola di ogni ordine e grado, agli Operatori dei Servizi di Neuropsichiatria Infantile dell'Azienda ASL e dei Servizi Socio Educativi degli Enti Locali, agli Operatori delle Cooperative di Servizi impegnati in progetti interistituzionali.

Relatori:

  • Prof.ssa Maura Gelati, Professore Ordinario di Didattica e Pedagogia Speciale della Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Lecce;
  • Prof. Dario Ianes, Direttore del Centro Erickson, Università di Trento

Programma della giornata di studio

23 marzo 2006

Orario

Attività

ore 8:30

Registrazione partecipanti

ore 9:00

Saluto Presidente AIPD Sez. di Lecce Maria Teresa Calignano

ore 9:05

Intervento Maura Gelati

ore 10:00

Dario Ianes

Una nuova visione della salute nella Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - ICF.

Impianto teorico e disegno strutturale dell'ICF (un modello bio-psico-sociale).

La redazione della diagnosi funzionale sul modello dell'ICF.

ore 11:30

break

ore 11:45

Dario Ianes:

La dimensione sociale ed educativa nell'ICF.

L'ICF come base per la pianificazione del progetto educativo dell'alunno disabile.

L'ICF come modello per il progetto di vita negli stati di disabilità.

ore 12:30

interventi e dibattito

ore 13:00

Pausa pranzo

ore 14:30

Costituzione gruppi lavoro ed esercitazioni pratiche

ore 16:30

break

ore 16:45

presentazione lavori di gruppo e discussione

ore 18:15

Conclusioni della giornata seminariale

ore 18:30

Chiusura lavori e consegna attestati


Segreteria scientifica

  • Maura Gelati
  • M. Teresa Calignano

Segreteria organizzativa

AIPD - Via Montessori - Nardò

Tel. 0833-567830/564203/578596

Fax 0833567830;

cell.3485141291; 3473152248

e-mail: mteresa.calignano@libero.it

La segreteria dal 11/10/2004 sarà attiva nei seguenti orari:

  • lun - mer - ven: ore 09:00 - 12:00
  • mar - gio: ore 16:30 - 19:00

La Casa "Pastor Bonus" - il nuovo Seminario dell'Arcidiocesi di Lecce - è ubicata in Via P. Stomeo, 9 e la si raggiunge entrando dal tratto di circonv.ne di Via Alfieri e costeggiando il muro del vecchio Ospedale "A. Galateo".

Si procede sempre dritti. Prima della fine della strada (abbastanza lunga) si svolta a sinistra.

Scheda di iscrizione

2° Convegno Nazionale

2003 Anno Internazionale della Persona Disabile. Convegno su:

"Scuola e lavoro: progetti di vita per le persone con Sindrome di Down"

Lecce 8–9–10 maggio 2003

Locandina

Programma e le modalità di partecipazione

Seminario di aggiornamento per insegnanti

La Sezione Prov.le di Nardò dell'A.I.P.D. ha organizzato un seminario di formazione sulle "Difficoltà di letto-scrittura. Prevenzione e trattamento" che si è tenuto il giorno 13 settembre presso il 3° circolo Didattico di Nardò, Scuola Elementare "Don Bosco".

Maggiori informazioni e bando.

1° Convegno Nazionale

"La persona Down: percorsi per l'integrazione e l'educazione permanente"

Lecce 23–24–25 novembre 2001

Sono state circa 300 persone (in alcuni momenti anche oltre) tra genitori, operatori vari, medici e studenti a partecipare ai lavori del 1° Convegno Nazionale "La Persona Down: percorsi per l'integrazione e l'educazione permanente" organizzato dalla sezione di Lecce dell'A.I.P.D.

L'intero articolo e le mozioni presentate.

Corso di formazione

Un corso di formazione di n. 40 ore per coloro che desiderano operare come volontari nel mondo dell'handicap intellettivo, con particolare riferimento alla sindrome di Down.